28 Dic

Aldo, l’unico, un po’ mago ed un po’ Babbo!

ARROSTO DI VITELLO

E poi arriva il giorno in cui t’informano che non esistono: Babbo Natale, l’Unicorno ed il Mago Merlino. Tristezza! Forse Aldo Scutteri non è un mago, sicuramente è uno chef di prim’ordine, nonché druidico birraio (assieme al suo “Pard” Daniele Bernasconi) del beer firm A8 – Birre Itineranti ed illuminato accentratore del gruppo InsuBier.

Birra Effimera
Da tempo Aldo crea l’elisir di lunghe bevute, la birra!
La sua ultima (per ora) alchemica fermentazione si chiama EFFIMERA.
Dopo averla assaggiata ho chiesto, allo chef che è in lui,
quale fosse il piatto migliore per esaltarne le qualità.
Leggete che meraviglia d’abbinamento e prendete nota.

 

ARROSTO DI VITELLOARROSTO DI VITELLO
IN CAMICIA DI LARDO
CON CASTAGNE

Ingredienti:
1,2kg arrosto vitello
0,4kg Castagne secche
1 Mazzetto di odori
1Lt di brodo
0,07kg Farina
8 fette di lardo spesse

Come si fa:
Ammollare le castagne in acqua per una notte. Farle bollire finché non diventano tenere. Cuocere 1,2Kg di arrosto di vitello (diametro massimo di 10 cm) in forno a 180°C per 2 ore con gli odori, rigirandolo di tanto in tanto.
Lasciare raffreddare per qualche ora e poi tagliare suddividendolo in 4 fette, avvolgerlo bene in due fette di lardo un po’ spesse e mettetelo da parte. Allungare con del brodo i succhi dell’arrosto rimasti nella teglia e metterli in un pentolino con odori, portate a ebollizione e addensare con farina (in caso si formino grumi usare Minipimer) se necessario filtrare. In una padella far saltare le castagne cotte con il fondo ottenuto, aggiungete le fette di arrosto e scaldate il tutto, servire caldo.

castagneArrosto di vitelloArrosto di vitello

Chef Aldo Scutteri

BUON APPETITO & CHEERS!

21 Nov

Sì, mangio lo stinco e sono al SETTIMO CIELO!

Stinco, Stinco di maiale

Per 11 anni ho celebrato l’Oktoberfest a Monaco e solo lì, in Baviera, mangiavo lo stinco in compagnia del suo fedele “Maß“. Mi son sempre rifiutato d’assaggiarlo fuori dai suoi confini, convinto che lo stinco come veniva fatto lì non lo si trovava in nessun altro luogo. Mi sbagliavo.

Una sera sono al Siebter Himmel, un posto accogliente. L’atmosfera è in stile alto atesino, grandi spazi per compagnie, ma anche piccoli e intimi come la “Stube”; una saletta per chi vuole condividere una serata speciale in un convivio più raccolto. Ad ogni modo l’inattesa atmosfera in odor di Baviera mi spinge a commettere una trasgressione culinaria ed ordino lo stinco in bella vista sul menù. Buono! Ora è il mio piatto di riferimento ed al cameriere solo due parole:– Il solito! –

Ein prosit.


Ingredienti per 4 persone:

Stinco, Stinco di maiale4 stinchi di suino interi
50 g senape
2 spicchi d’aglio
20 g salvia
20 g rosmarino
2 foglie alloro
1 litro di birra scura
30 g di sale

COME CUCINARLO:
Prendete gli stinchi, massaggiateli con la senape e adagiateli in una casseruola alta, aggiungete gli odori, coprite di birra e fate riposare il tutto in frigorifero per 12 ore.
Riscaldate il forno a 85°, ponete gli stinchi al suo interno e cuocete per 13/15 ore a bassa temperatura. Estraete gli stinchi dal loro fondo, fate restringere la salsa a fuoco vivo, accompagnate il tutto con patate o crauti a piacimento!

cotto e mangiato
chef Alessandro Scampini

ABBINAMENTO CONSIGLIATO: PRIUS EXXTRA | BELGIAN BITTER

BIRRA PRIUS EXXTRA - BELGIAN BITTER

25 Ott

“CREDO di aprire questa birra…

Birra CREDO - ALE AMBRATA DOPPIO MALTO - EZZZ!“CREDO di aprire questa birra e chiudere con tutte le altre!

Perché CREDO che dopo averla bevuta, non saprei a chi paragonarla. Così semplice nel gusto, ma non banale, col suo punto di vista differente. Pronta ad aprirsi, aprendoti a nuovi orizzonti del gusto. Ora sei libero di credere a ciò che “senti” di dovere condividere col mondo intero e con orgoglio esterni un nuovo pensiero:– EZZZ! CREDO di crederci credendo, pardon bevendo! – Buona Birra!”

 ABBINAMENTI: Il tenore alcolico rende Credo adatta ad essere abbinata a primi piatti sostanziosi come paste ripiene. Secondi a base di carne di maiale, salsicce e wurstel. Stufato d’agnello, pollo arrosto. Piatti sostanziosi e tipici come la trippa, la casuoela ed il fegato alla veneziana. Pizze condite con salumi quali prosciutto, salsiccia, pancetta, pizza quattro stagioni, pizza ai quattro formaggi, condite con formaggi saporiti quali provola, zola. Focacce ripiene.

SCOPRI LE ALTRE BIRRE >>>