21 Nov

Sì, mangio lo stinco e sono al SETTIMO CIELO!

Stinco, Stinco di maiale

Per 11 anni ho celebrato l’Oktoberfest a Monaco e solo lì, in Baviera, mangiavo lo stinco in compagnia del suo fedele “Maß“. Mi son sempre rifiutato d’assaggiarlo fuori dai suoi confini, convinto che lo stinco come veniva fatto lì non lo si trovava in nessun altro luogo. Mi sbagliavo.

Una sera sono al Siebter Himmel, un posto accogliente. L’atmosfera è in stile alto atesino, grandi spazi per compagnie, ma anche piccoli e intimi come la “Stube”; una saletta per chi vuole condividere una serata speciale in un convivio più raccolto. Ad ogni modo l’inattesa atmosfera in odor di Baviera mi spinge a commettere una trasgressione culinaria ed ordino lo stinco in bella vista sul menù. Buono! Ora è il mio piatto di riferimento ed al cameriere solo due parole:– Il solito! –

Ein prosit.


Ingredienti per 4 persone:

Stinco, Stinco di maiale4 stinchi di suino interi
50 g senape
2 spicchi d’aglio
20 g salvia
20 g rosmarino
2 foglie alloro
1 litro di birra scura
30 g di sale

COME CUCINARLO:
Prendete gli stinchi, massaggiateli con la senape e adagiateli in una casseruola alta, aggiungete gli odori, coprite di birra e fate riposare il tutto in frigorifero per 12 ore.
Riscaldate il forno a 85°, ponete gli stinchi al suo interno e cuocete per 13/15 ore a bassa temperatura. Estraete gli stinchi dal loro fondo, fate restringere la salsa a fuoco vivo, accompagnate il tutto con patate o crauti a piacimento!

cotto e mangiato
chef Alessandro Scampini

ABBINAMENTO CONSIGLIATO: PRIUS EXXTRA | BELGIAN BITTER

BIRRA PRIUS EXXTRA - BELGIAN BITTER